HOME
COME FUNZIONA
FORUM
Liberarsi del pensiero e dei sentimenti della ex
Forum
Mercoledì 18 Gennaio 2012

La mia storia non è pazzesca o fenomenale ma credo di essere abbastanza avanti nel mio percorso di ex. Sì perché non è una cosa ovvia o scontata: se vieni lasciato e – soprattutto – se non te lo aspetti e magari c’è di mezzo un’altra persona, devi ricostruire la tua autostima, ti ritrovi senza una compagna e con l’accettazione di te stesso ai minimi storici. Per essere espliciti: ti senti una c…a! Ecco, l’ho detto.

Io ci sono passato e sto faticosamente superando questa fase della mia vita in modo costruttivo. Ne vado fiero! È come passare per la depressione o per una dipendenza: hai voglia di avvinghiarti al tuo dolore o ai tuoi bisogni e vuoi farti male, in un certo senso, perché non riesci più a volerti bene. È terribile…

Ecco, io mi sono tuffato nel mio dolore e non mi bastava, andavo a donne senza dare un senso a quel che facevo, solo per soddisfare i miei bisogni, sapendo tutto quello non aveva senso, ma – come si dice – quando tocchi il fondo puoi solo risalire.

Ho iniziato piano piano a rileggere il mio passato, tutto ciò che ho vissuto con lei con il distacco che merita, riconoscendo le mie mancanze e comprendendo i momenti critici: eh sì, inutile che ce la raccontiamo! Le coppie scoppiano perché si è in due e la colpa non è mai da una parte sola: noi abbiamo vissuto le nostre fasi positive, ma poi di fronte alle difficoltà dell’uno o dell’altra non abbiamo saputo stare al passo. E vi pare poco?

Mi ci è voluto un sacco di tempo, almeno due anni di non-senso nella vita di tutti i giorni e di sofferenza, ma adesso sto rinascendo e mi sento pronto per…. Liberarmi veramente di lei! Ho iniziato a scrollarmi di dosso tutte le cose negative che mi ha lasciato questo rapporto, prima fra tutti la mancanza di sincerità e l’essersi rifugiata in un altro uomo a vivere quello che noi ormai non avevamo più: lo slancio e la passione. Inutile dirlo, ma i brodi riscaldati non sono mai buoni. Una volta che il fuoco si abbassa è l’inizio della fine, non fatevi fregare dall’abitudine: se non avete più niente da raccontarvi con entusiasmo, fate attenzione perché quello è il primo campanellino d’allarme!

Comunque, dicevo, mi sto liberando di lei: ho letteralmente svuotato la casa di cose, oggetti, foto, libri che in qualche modo mi ricordavano la mia ex, e ora lo dico con timida fierezza. Ho fatto piazza pulita di tutto, ho regalato, venduto, dato in beneficenza tutto quel che era possibile.

E infine mi sono sfogato: ho bruciato le cose che più mi avevano fatto male, in particolare le fotografie con sorrisi falsi, scattate quando lei già si filava con l’altro. Ancora adesso mi fa male sapere di essere stato ingannato, ma sto raggiungendo il mio scopo: non voglio provare più niente per lei, non solo perché devo sopravvivere, ma perché voglio vivere, possibilmente con dignità. Ho capito che solo superando questo dolore e sentendomi bene prima di tutto con me stesso potrò conoscere nuove persone e vivere una nuova storia, speriamo positiva.

È un cammino faticoso ma ci sto arrivando a piccoli passi, con tantissima forza di volontà e mi sento finalmente libero, libero da tutti i sentimenti contorti che mi hanno fatto un’amara compagnia negli ultimi mesi.

Ci vuole coraggio, ma si può fare, ve lo assicuro! E complimenti per l’idea!


Condividi Condividi su Facebook! Condividi su Twitter!